Centro Studi Musicali del Vallo di Diano

centro di ricerca, didattica e produzione musicale

L’associazione “Centro Studi Musicali del Vallo di Diano”, fondata dai maestri Antonio Cimino e Francesco Langone all’inizio del 2004 si è da subito impegnata sul territorio per la promozione e diffusione della cultura musicale avviando una serie di studi sulle tradizioni etnomusicali della nostra provincia.
Tra le prime iniziative intraprese vi è la produzione di un CD, patrocinato dall’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, costituito da registrazioni di musiche del 700 contenute in un manoscritto ritrovato nell’archivio della famiglia Carrano di Teggiano che è già stato oggetto di uno studio effettuato da Francesco Langone e pubblicato dalle Edizioni Brigante a cura dell’Associazione Amici della Musica del Lagonegrese.

Nel mese di maggio
2004 il Centro Studi Musicali del Vallo di Diano, in collaborazione con la Società Operaia Torquato Tasso e i Comuni di Sala Consilina e Sant’Arsenio, ha promosso la I edizione della rassegna “Suoniamo Insieme” rivolta a gruppi orchestrali formati da giovani allievi delle scuole ad indirizzo musicale e di scuole di musica private.
La manifestazione ha riscosso un notevole successo per la valenza didattica e di promozione di giovani talenti della nostra zona e di quelle limitrofe e rappresenta solo la prima tappa di un percorso che il nostro sodalizio si è impegnato ad intraprendere nel campo della promozione di una moderna didattica musicale tendente a favorire in primis la musica d’insieme come momento di aggregazione e di confronto per i giovani musicisti che risiedono in una zona, come il Vallo di Diano, abbastanza lontana dai centri istituzionali di istruzione musicale.

Il 12 Novembre 2004 si è tenuto a Sant’Arsenio un convegno sulla musica etnica nel Vallo di Diano con relatori importanti esponenti nel campo etnomusicologico italiano e un concerto del fisarmonicista Francesco Gesualdi in collaborazione con l’Associazione Amici della Musica del Lagonegrese e il comune di S. Arsenio.
Al convegno sono intervenuti gli etnomusicologi Michela Aliberti, Nada Gitto, Grazia Magazù, Michele Orsi, lo studioso di tradizioni popolari prof. Antonio Tortorella e i presidenti delle associazioni organizzatrici che oltre ad relazionare sull’argomento del convegno hanno dibattuto, con i numerosi esponenti delle amministrazioni locali presenti, del futuro della ricerca etnomusicologica nel Vallo di Diano.

Nel maggio
2005 si è svolta a Sala Consilina la II edizione della rassegna “Suoniamo Insieme” che ha visto coinvolte la Scuola Media ad indirizzo Musicale di Sala Consilina, la scuola di chitarra di Lagonegro e l’orchestra dei Corsi Musicali attivati dalla Società Operaia T. Tasso di Sala Consilina.
Il 25 settembre 2005 si è tenuto presso il Teatro S. Chiara a Polla il Convegno “L’Archivio Sonoro G. Colitti” e il concerto del duo “Timbralia”: Michele Orsi,
strumenti a fiato – Michela Aliberti, organetti diatonici che hanno eseguito musiche etniche italiane e di altri paesi europei.
Il Centro Studi Musicali del Vallo di Diano ha inoltre prodotto nel 2005 lo spettacolo “Napoli Recital,
Itinerari della Canzone Napoletana” percorso di ricerca attraverso lo studio delle partiture originali di brani di anonimi e di musica d’autore dal 700 al 900 concretizzatosi in arrangiamenti per quartetto di chitarre e voce.


Nel
2006 su commissione del Comune di Polla e dell’ Università della Terza Età di Polla è stato prodotto il CD “L’arte di far cantare il legno” che raccoglie la testimonianza di uno dei migliori suonatori di ciaramella del Vallo di Diano: Raffaele Sabatella. Il Sabatella in duo con Vincenzo Sacco alla zampogna, danno saggio della loro bravura in un repertorio che rischia di andare perduto.
Nel dicembre 2006 con contributo della Provincia di Salerno è stata organizzata una serie di concerti del duo Antonio Cimino – Francesco Langone per promuovere il lavoro di ricerca sulle musiche dell’Archivio Carrano e del Cd “
ariantiche”.
L’associazione si è attivata per promuovere la sua attività sul web tramite la costruzione di un sito internet
www.valdianomusica.it che si prefigge di divenire un punto di riferimento nelle attività musicali e culturali del Vallo di Diano.

Nel
2007 in collaborazione con il Comune di Polla e l’associazione “Amici della zampogna e della ciaramella” è stato realizzato un DVD contenente le attività del “Laboratorio della zampogna e della ciaramella” e della relativa “Rassegna Nazionale”.

Il
2008 ha visto l’associazione impegnata nel recupero di un importante fondo musicale della fine dell’Ottocento, conservato nell’archivio della famiglia De Vita di S. Rufo. Il fondo consta di diversi volumi autografi del compositore napoletano Enrico Sebastiani in servizio presso la famiglia De Vita come insegnante e compositore di palazzo.

Nel giugno
2009 vede la luce il Cd dal titolo “Musica nei salotti del Vallo di Diano”, contenente una selezione di danze tratte dai manoscritti del Sebastiani ed arrangiati per flauto, chitarra e contrabbasso, che costituisce un altro tassello nella ricostruzione e valorizzazione del patrimonio musicale del Vallo di Diano.

Nel
2010 continua l’instancabile percorso mirato alla riscoperta delle tradizioni musicali del territorio con il progetto di un CD contenente canti tradizionali del Vallo di Diano e della limitrofa Basilicata e sei Tempi di Sonata dell’Archivio Carrano di Teggiano. Con questo lavoro si chiude, idealmente, un ciclo che ha visto lo studio e la pubblicazione di buona parte del materiale musicale presente negli archivi storici del Vallo di Diano, ricchezza incredibile a testimonianza della vivacità culturale di questa zona nei secoli passati. Nel corso dello stesso anno il materiale presente nell’ultimo CD, e parte dei brani oggetto delle precedenti ricerche, sono stati presentati in numerosi concerti tra cui spiccano l’esibizione durante i “Concerti d’Estate a Villa Guariglia” – Vietri (SA) e “I Fasti del barocco” presso la Certosa di Padula.

Il 27 marzo
2011 il CD “Suoni da una terra antica, musiche e canti del Vallo di Diano” viene presentato ufficialmente presso il Monumentale Convento di S. Antonio a Polla.

Nel
2013 viene pubblicato, in coproduzione con Guitart International, il CD "Jesce Sole" un adattamento per soprano e chitarra degli arrangiamenti di Pino Racioppi di alcuni capolavori della canzone popolare napoletana. Protagonisti sono il soprano Valentina Mastrangelo e il chitarrista Francesco Langone.

Presidente

M° Francesco Langone


Direttore Artistico

M° Antonio Cimino



Statuto


Amministrazione trasparente